Meet Grace

Il rumore è un problema ben documentato negli ospedali. Le fonti includono i pazienti, personale e visitatori che parlano, così come la cacofonia prodotta da televisori, allarmi, carrelli, porte, apparecchiature mediche e sistemi meccanici.

Questi suoni causano più di una semplice irritazione. Un crescente corpo di ricerca mostra che il rumore di fatto danneggia i pazienti elevando la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, oltre ad aumentare la tensione muscolare e il metabolismo.

Il rumore impedisce anche i pazienti di ottenere il riposo di cui hanno bisogno per il recupero. Nonostante non sia responsabile di tutto il caos, il suo contributo è significativo. La mancanza di sonno può causare agitazione, delirio, ridotta tolleranza al dolore e una risposta immunitaria repressa, aumentando le chiamate infermieristiche e allungando la degenza.

Ma i pazienti non sono gli unici interessati. Il rumore stanca anche il personale e interrompe la concentrazione, influenzando la soddisfazione sul posto di lavoro e la qualità delle cure.

La privacy della conversazione è un altro problema acustico. Le conversazioni si verificano tra gli operatori sanitari, tra operatori sanitari e pazienti, e tra pazienti e visitatori nelle stazioni amministrative, nei corridoi e nelle stanze dei pazienti. I pazienti sanno che se possono involontariamente sentire le conversazioni che avvengono in aree adiacenti, allo stesso modo gli altri possono sentire le loro, ciò li mette a disagio e li rende meno propensi a discutere di questioni private con il loro infermiere. I pazienti hanno il diritto di aspettarsi della privacy.

Affrontare questi problemi acustici contribuisce a creare un ambiente che promuove la guarigione e sostiene l'esecuzione efficiente delle cure.